“Il gioco è una cosa seria”, un progetto dedicato alla crescita culturale dei bambini

Un insieme di attività educative dedicate ai bambini tra i sei e i 13 anni, basato su un modello educativo innovativo”. È questa la sostanza del progetto “Il gioco è una cosa seria”, presentato a Palazzo dei Priori di Viterbo che coinvolgerà gli istituti comprensivi Ellera, Fantappié, Fratelli Agosti e Cassino III. Il progetto, sviluppato e ideato in sinergia tra la associazioni Juppiter, Cooperativa Exodus Cassino, Associazione Mecenate 90 e Associazione per l’Ecomuseo Casilino, è risultato vincitore del bando regionale “Non uno di meno”, assicurandosi il finanziamento di un milione di euro. 

Fonte: ilmessaggero.it

Skip to content